Porto Alegre, 24 gennaio 2018 –

“Seicento impiegati a contratto legge italiana sono stati esclusi dai benefici previsti dal CCNL 2016-2018. Seicento lavoratori al servizio del Ministero degli Esteri che già da troppo tempo devono subire ancora una volta l’ennesima situazione discriminatoria. Non si intende con ciò negare ancora una volta un loro sacrosanto diritto, considerato altresì che questi dipendenti non sono destinatari  di aumenti retributivi da molti anni, ma anche  di non voler  riconoscere l’impegno di tutti coloro i quali  prestano il loro servizio per il nostro Paese all‘estero .” – Lo ha dichiarato Pasquale Matafora - uno di voi, candidato alla Camera dei Deputati per la circoscrizione America Meridionale, che ha accolto e raccolto la protesta dei colleghi impiegati a contratto del Ministero degli Esteri in merito all’esclusione dal CCNL per il biennio 2016-2018. – “Ci battiamo da anni, come categoria, affinché venga sancita una volta per tutte la parità di trattamento lavorativo di tutti coloro che per varie ragioni non riescono a goderne appieno – ha aggiunto Matafora – ma alle nostre richieste non sembra seguire una soluzione concreta.  Mi sto attivando presso gli interlocutori politici competenti per questa eclatante esclusione,  affinché venga immediatamnete sanata la palese violazione dei nostri diritti.“

“Il mio impegno politico – ha poi concluso Matafora– farà tesoro dell’esperienza accumulata in questi anni e offrirà a tutti i rappresentanti degli italiani all’estero maggiori possibilità di ascolto da parte di chi assume le decisioni. Il mio lavoro a difesa del personale, di tutto  il personale Maeci,  sarà concreto e soprattutto farà della credibilità del progetto che proporremo il suo punto di forza”.

FaceBook  Twitter  
Categoria principale: Comunicati
Categoria: Rassegna stampa

Area riservata agli iscritti

convenzione trenitalia