Rassegna stampa

Rassegna stampa italiana e estera

Roma, 13 marzo 2017 - "La decisione del Maeci di procedere all'alienazione delle due sedi di rappresentanza a Monaco solleva molteplici criticità non solo di mera opportunità economica ma anche di continuità operativa che meriterebbero un approfondimento anche in ragione del sollevamento che questa decisione ha comportato tra le nostre comunità". Lo dichiara in una nota Aldo Di Biagio, senatore di Ap-Ce firmatario di un'interrogazione al Maeci. "Si fa fatica a comprendere le ragioni di una alienazione - sottolinea - anche perché un eventuale affitto di nuove strutture presso le quali collocare le rappresentanze, ammonterebbe ad un costo non inferiore ai 30mila euro mensili al netto di spese accessorie, con dei risvolti non trascurabili per l'erario". "Si tenga conto - continua - che il venir meno dell'IIC, comporterebbe anche la perdita dei corsi di lingua italiana che coinvolgono circa 700 studenti a semestre con le ricadute negative in termini di promozione e supporto alla cultura italiana, le stesse che il Governo ciclicamente si promette di tutelare con interventi ed indagini conoscitive".

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

Perché è importante

DESTINATARI:
Ministro degli Affari Esteri, On. Angelino Alfano; Sottosegretario di Stato, On. Vincenzo Amendola; Rappresentati eletti nella Circoscrizione Estero Europa: On. Mario Caruso, Sen. Aldo Di Biagio, On. Gianni Farina, On. Laura Garavini, On. Guglielmo Picchi On. Alessio Tacconi; Segretario Generale MAECI, Amb. Elisabetta Belloni; DG per la Promozione del Sistema Paese, Amb. Vincenzo De Luca; DG per gli Italiani all`Estero e Politiche migratorie, Amb. Cristina Ravaglia Ambasciata d`Italia a Berlino, Amb. Pietro Benassi Consolato Generale di Monaco di Baviera, Cons. d´Amb. Renato Cianfarani; Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera; Com.it.es. di Monaco di Baviera e Norimberga.

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

LA MARCA e FEDI. — Al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dell'economia e delle finanze. — Per sapere – premesso che: 
   le disposizioni dei contratti di impiego del personale assunto localmente dalle rappresentanze diplomatiche, dagli uffici consolari e dagli Istituti italiani di cultura all'estero, con contratto nazionale italiano, prevedono che i contributi dovuti dallo Stato e dagli assicurati all'Inps per le assicurazioni per invalidità, vecchiaia e superstiti, nonché all'assistenza malattia, sono commisurati ad una retribuzione convenzionale da stabilirsi con decreto interministeriale dei Ministri del lavoro e delle politiche sociali, del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, del Ministro dell'economia e delle finanze; 

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

In America Latina lo Stato italiano ha stipulato la convenzione contro le doppie imposizioni fiscali con Trinidad e Tobago mentre invece non lo ha ancora fatto con il Perù e l’Uruguay, Paesi dove operano centinaia di imprese italiane e vivono migliaia di nostri connazionali. Ma se solo ciò non fosse sufficientemente spiacevole, dobbiamo inoltre constatare che né Perù né Uruguay sono

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

Cari amici,
 
in questo Videoblog affronto la questione del personale a contratto presso la nostra rete diplomatico-consolare in Australia e Stati Uniti.

È un tema importante che riguarda direttamente i servizi offerti alle nostre comunità e sul quale nei giorni scorsi si è aperto un dibattito molto animato anche con il M5S. 

In pochi minuti cercherò di fornirvi aggiornamenti accurati sulla questione. 

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

Interrogazione a risposta scritta
Al Ministro per gli Affari esteri e Cooperazione Internazionale
- Per sapere -
premesso che:
il 31 luglio 2014, nell'ambito del percorso di riorganizzazione e razionalizzazione della rete diplomatico-consolare italiana nel mondo, è stata disposta la chiusura dello Sportello Consolare di Norimberga che serviva il territorio della Franconia, dove risiedono ufficialmente circa 32.000 nostri connazionali,
come soluzione alternativa è stata individuata quella di istituire a Norimberga un Consolato Onorario, che però in ragione del carattere volontario dell'incarico e delle limitazioni di carattere normativo del ruolo, ha da subito manifestato difficoltà a gestire l'utenza,

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

Area riservata agli iscritti

convenzione trenitalia