Rassegna stampa

Rassegna stampa italiana e estera

MONTEVIDEO\ aise\ - "Riecheggiano timidamente le parole di un folto gruppo di manifestanti Montevideo che chiedono la riapertura del Consolato in una calda mattinata estiva semidesertica. Una battaglia ormai persa, quella del miglioramento dei servizi consolari, che continua però a generare il principale malcontento per la popolazione italiana in Uruguay", scrive Matteo Forciniti, che era presente alla protesta e ha raccolto la voce dei presenti in un articolo pubblicato su Gente d’Italia, il quotidiano diretto a Montevideo da Mimmo Porpiglia.

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

“Negli anni abbiamo raggiunto positivi risultati che dobbiamo consolidare, ma ancora oggi soffriamo ritardi inaccettabili in alcuni settori”

“Una moderna ed efficiente rete diplomatico-consolare deve oggi poter contare su alcuni pilastri fondamentali. Dobbiamo poter contare su personale diplomatico e di ruolo con competenze che consentano l’azione diplomatica e la rappresentanza dei nostri interessi nazionali, la promozione economico-commerciale quanto quella linguistico-culturale e l’erogazione di servizi, fondamentali sia per le comunità italiane stabilmente residenti all’estero che per le nuove mobilità e le imprese”. Così in una nota Marco Fedi, deputato Pd eletto all’estero e residente in Australia.

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

Le problematiche del personale a contratto occupato presso la nostra rete diplomatico-consolare sono da sempre oggetto di attenzione e di impegno da parte dei deputati del Partito democratico eletti all’estero. Con l’interrogazione di oggi i deputati Fedi e La Marca segnalano le criticità più urgenti che riguardano il personale a contratto locale della rete diplomatico-consolare e degli Istituti italiani di Cultura negli Stati Uniti e chiedono al governo risposte urgenti e adeguate. 

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

ROMA\ aise\ - “Dal 1° gennaio 2017 è in vigore la Legge di bilancio per l’anno 2017 (Legge n. 232 dell’11 dicembre 2016) pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 21 dicembre dello scorso anno”. A ricordarlo sono Marco Fedi e Fabio Porta, deputati Pd eletti all’estero, che, in particolare, rimarcano come “tra le nuove misure di rilevanza fiscale introdotte ci sono per i nostri connazionali la modifica della disciplina delle detrazioni Irpef spettanti ai titolari di redditi da pensione (articolo 1, comma 210, Legge n. 232/2016). Si tratta di un intervento sulla cosiddetta “no tax area” per i pensionati. Si stabilisce, infatti, una disciplina uniforme tra lavoratori e pensionati per le detrazioni dall'imposta lorda IRPEF spettanti con riferimento ai redditi, estendendo ai soggetti pensionati di età inferiore a 75 anni la misura delle detrazioni già prevista per gli altri soggetti, per cui il reddito da pensione non tassabile passerà da 7.800 a 8.174 euro. Dell’innalzamento della “no tax area” saranno beneficiati anche i nostri pensionati residenti all’estero”.

Leggi tutto...

Comunicati - Rassegna stampa

Una moderna ed efficiente rete diplomatico-consolare deve oggi poter contare su alcuni pilastri fondamentali. Dobbiamo poter contare su personale diplomatico e di ruolo con competenze che consentano l’azione diplomatica e la rappresentanza dei nostri interessi nazionali, la promozione economico-commerciale quanto quella linguistico-culturale e l’erogazione di servizi, fondamentali sia per le comunità italiane stabilmente residenti all’estero che per le nuove mobilità e le imprese.

Il personale a contratto che affianca quello di ruolo assume un ruolo fondamentale che consente di avere un sistema in equilibrio, sostenibile, in grado di rispondere alle sfide che abbiamo davanti garantendo qualità ed efficienza nei servizi.

Dobbiamo poi poter contare su una presenza articolata secondo logiche geopolitiche ma anche di servizio. Dobbiamo poter contare su un elevato processo di informatizzazione. Negli anni abbiamo raggiunto positivi risultati che dobbiamo consolidare ma ancora oggi soffriamo ritardi inaccettabili in alcuni settori.

È quanto ho ricordato in questi giorni in Australia in molteplici incontri ed occasioni di intervento.

“Per il personale a contratto di molti Paesi le condizioni contrattuali, nonostante lievi miglioramenti, sono ancora insoddisfacenti. Gli aspetti sui quali intervenire sono anche urgenti. Si tratta degli aumenti retributivi, sostanzialmente insignificanti in molti Paesi e bloccati in altri. Si tratta del pagamento delle retribuzioni in valuta locale anziché in euro, situazione che comporta una serie di gravi disagi in alcuni Paesi, tra cui l’Australia”.

“Si tratta delle retribuzioni convenzionali rispetto alle quali il MAECI versa i contributi pensionistici INPS”.

Nei prossimi giorni su questi temi avvierò un’intensa azione parlamentare finalizzata ad avere segnali di attenzione sia dalla Farnesina che da chi è chiamato a dare risposte politiche.

On. Marco Fedi

Camera dei Deputati

PO Box 247

Essendon North Vic 3041

Mob. +61 412 003978

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.marcofedi.it

Piazza Campo Marzio 42

00186 Roma

Tel. +39 06 67605701

Cell. +39 334 6755167

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Comunicati - Rassegna stampa

Area riservata agli iscritti

convenzione trenitalia