Uncategorised

Regole di comportamento sul Forum del Coordinamento Confsal Unsa Esteri

1) Comportamento 
1.1 – Comportamento
Non sono consentite:
a) Discussioni riguardanti pornografia, pirateria e pubblicità di alcun tipo, oltre a qualsiasi attività illecita ai sensi delle vigenti leggi italiane. 
b) Da evitare inoltre l'apertura di discussioni aventi per oggetto nudi o immagini sconvenienti e/o scabrose, anche a causa della presenza di minorenni nel forum di discussione.

1.2 - Discussioni politiche
Non sono consentiti/e:
a) Insulti di alcun tipo rivolti a personaggi politici o pubblici. La critica deve essere sempre rispettosa delle idee altrui e sempre nei limiti del commento e non dell'insulto. 
b) Apologie di ideologie politiche, religiose, o qualsiasi enfatizzazione di superiorità di una razza, etnia, nazionalità, regione, ideologia o credo religioso.
c) Atteggiamenti sarcastici e denigratori, in modo da rendere il clima delle discussioni il più sereno possibile. 
d) Link di carattere commerciale come esposto nel capitolo 7, oltre a link di siti concorrenti.
e) Propaganda politica: evitare di utilizzare il forum come mezzo per pubblicizzare un partito od un esponente politico. Valido anche per signature e avatar.

1.3 - Rapporti tra utenti
Non sono tollerati insulti fra utenti.
a) La critica di un'idea altrui non deve mai diventare occasione di insulto o ingiuria. A causa dell'impossibilità di stabilire regole precise, in base al contesto della discussione i moderatori avranno piena discrezionalità nella scelta dei giorni di sospensione od eventuale bannaggio, adottato come misura estrema. 
b) Critiche all'operato dei moderatori e alle decisioni prese dagli stessi dovranno essere portate avanti in forma privata tramite messaggi privati in caso di sospensione o via e-mail o altre forme extra-forum in caso di bannaggio. Evitare di reiscriversi per protestare. 

Sono inoltre da evitare tutte quelle discussioni (ad esempio a carattere politico) che possano ledere in qualche modo la sensibilità altrui o che si ritenga generino facilmente polemiche e litigi tra gli utenti. Lo staff di del Forum Confsal  Unsa Esteri si riserva pertanto l'incontestabile diritto di bloccare per tempo, prima che possa degenerare, qualunque discussione risponda alle caratteristiche sopracitate. Ogni utente, in questi casi, verrà ritenuto responsabile delle sue affermazioni.

1.4 - Segnalazioni
a) Comportamenti non compatibili con il suddetto regolamento andranno segnalati ai moderatori della sezione attraverso il pulsante "Segnala" o attraverso canali ritenuti più comodi. Chiediamo la vostra collaborazione per poter usufruire al meglio dello spazio comune. 

1.5 - Avatar, signature e sito personale
a) Avatar: rispettare le dimensioni massime consentite per l'avatar personale.
b) Signature: 3 righe a 1024 solo testo con un massimo di 3 oppure un'immagine 100 X 50 X 5KB e una riga di testo (non deve andare a capo). 
c) Il sito personale non dovrà essere di carattere pornografico, relativo alla pirateria informatica o comunque irrispettosa del buongusto e del decoro, nonché illecito ai sensi delle leggi vigenti nello Stato Italiano e nello Stato di residenza dell'iscritto al Forum.
d) Gli amministratori del forum si riservano il diritto di modificare il profilo personale in caso di inadempienza o noncuranza ai richiami e di prendere gli opportuni provvedimenti.
e) Non è in nessun caso ammesso il link diretto a qualsiasi sistema di bannering/referring; è possibile linkare il proprio sito personale o una pagina di riferimento compilando l'apposito campo nel profilo personale
f) È permesso inserire nella signature il link alla propria pagina personale e/o sito, purché non avente finalità di tipo commerciali riguardanti il settore studentesco.
g) È vietato inserire nella signature, come nel profilo personale del forum, link o riferimenti ad attività aventi natura commerciale informatica, nonché a siti che per contenuti abbiano contenuto dubbio (warez, crack, siti porno, siti politici "estremisti", ecc...). No siti con dialer e simili. 
h) È permesso inserire la città, regione, zona geografica di provenienza e/o residenza. Non è permesso tuttavia, per ragioni di riservatezza e sicurezza degli utenti, inserire informazioni tali da permettere l'esatta identificazione dell'utente e della sua residenza e/o dimora e/o domicilio in particolare non è permesso inserire indirizzi postali o numeri di telefono. Questi verranno immediatamente rimossi dal profilo personale.

1.6 - Note generali
a) Ricordiamo inoltre che, più di ogni regolamento, dovrebbero essere il buonsenso e la buona educazione, in primis, a determinare una condotta che regoli un rapporto sereno con gli altri. 
b) Evitare di iscriversi con più nick, per rendere il gravoso lavoro di moderazione il più sereno e semplice possibile. 
c) Il forum non è una chat: evitare di aprire discussioni che ne ricalchino lo stile, per chattare usare l’apposito sistema chat integrato nel sito. Evitare di far degenerare le discussioni con interventi non inerenti all'argomento trattato. Scherzare si può, ma lo scherzo è bello quando dura poco.
d) Il Coordinamento Confsal Unsa Esteri declina ogni responsabilità riguardo al contenuto di eventuali discussioni in cui non è stato possibile intervenire per tempo. 
e) La deliberata inosservanza di quanto riportato nei punti può comportare l'immediato bannaggio dal forum o la sospensione dallo stesso, secondo il parere insindacabile dei moderatori-amministratori del forum.
f) Evitare inoltre di postare con sole faccine o comunque con scritti il cui unico merito sia quello di zavorrare inutilmente il forum. Questo spazio è messo a disposizione degli utenti per impostare discussioni costruttive e utili per tutti gli iscritti al sindacato. 

2. Contestazioni
L'operato dei moderatori è insindacabile e può essere giudicato solo dall'Amministrazione. 
È comunque permesso chiedere spiegazioni, non utilizzando però lo spazio pubblico del forum. Eventuali contestazioni vanno effettuate via e-mail oppure tramite i messaggi interni (pvt) e comunque in forma privata. Verrà immediatamente chiuso ogni thread avente come oggetto argomenti di contestazione in chiave polemica. Chi dovesse insistere in simile atteggiamento, verrà immediatamente allontanato dal forum secondo l'insindacabile giudizio dell’Amministratore.

Per quale motivo si chiede di esporre le proprie contestazioni in forma privata?
In primo luogo per ordine pubblico: aprire topic dichiaratamente polemici di certo non aiuta a mantenere costruttivo il clima del forum. D'altro canto, nella comunicazione privata tra utente e moderatore-amministratore diviene più semplice poter chiarire le posizioni divergenti e, se possibile, cercare punti d'incontro costruttivi.

Da parte dei moderatori e dell'amministrazione del forum vi è sempre piena disponibilità al dialogo, in forma privata (via mail o messaggi privati) per cercare di appianare possibili rimostranze. Cercare il dialogo è in ogni caso la strada preferibile per appianare discordie o, quantomeno, meglio capire il perché di interventi da parte dei moderatori e/o degli amministratori. 

3. Chiusura Discussioni
Verrà chiusa ogni discussione dove argomenti o toni non risultino idonei alla linea di condotta del forum. Se nel corso della discussione il topic dovesse degenerare (anche con un solo post) è data ampia facoltà di intervenire al moderatore anche con la chiusura del thread o, nei casi più gravi, con il bannaggio/sospensione immediato/a del/dei responsabile/i.

Per le violazioni meno gravi, ad insindacabile giudizio del moderatore, si potrà procedere alla modifica del messaggio incriminato. 
È espressamente vietato aprire nuove discussioni dove l'argomento sia la contestazione di chiusura di topic. 

4. Argomenti Critici
Prima di aprire una discussione il cui argomento è ai limiti del regolamento, si consiglia caldamente di interpellare privatamente il moderatore per consultarsi. Gli utenti che partecipano alle discussioni, anche a quelle della sezione OT, considerano questo regolamento letto ed approvato in ogni sua parte. Il regolamento del forum sarà sempre posto in rilievo nella prima pagina del forum.
Il regolamento è suscettibile di modifiche e integrazioni, che verranno sempre notificate chiaramente sempre all'interno del forum così da darne la giusta visibilità a tutti gli utenti del forum. 
Per esperienza, il buon senso di tutti, utenti e moderatori, ha sempre la meglio: cerchiamo tutti, indistintamente, di usarlo in modo tale che le norme di regolamento possano diventare sempre più parole e sempre meno legge applicata . 

5. Bannaggio Utenti
Il bannaggio di un utente ha come conseguenza la disattivazione irreversibile del nick name utilizzato. Qualora un utente bannato si reiscriva al forum e venga scoperto dai moderatori o dagli amministratori in atteggiamenti simili a quelli che ne hanno comportato il bannaggio, verrà nuovamente bannato. Qualora questo utente continui a riscriversi, con l'unico fine di contestare e ostacolare il regolare svolgimento dei post sul forum si procederà con la segnalazione all'autorità competente e al provider utilizzato. Verranno inoltre bannati tutti i cloni di utenti sospesi. 
In casi di particolare gravità per i quali l'amministrazione del forum ritenga opportuno estromettere a tempo indeterminato una persona dal comportamento critico o destabilizzante:
a) Si procederà al bannaggio immediato di quegli utenti che, appena iscritti, aprano thread in tono polemico e/o provocatorio.
b) Piena discrezione, da parte dei moderatori-amministratori, di espellere dal forum o impedirne/limitarne l'utilizzo a quegli utenti che, con il loro comportamento (atteggiamento polemico, litigioso, antisociale) risultino in qualche modo destabilizzanti per il forum, pur non infrangendo di fatto nessuna regola.
c) In caso di richiesta dell'autorità competente, l'Amministrazione del Forum Confsal Unsa Esteri metterà a disposizione tutte le informazioni in suo possesso per aiutare nell'identificazione di utenti che hanno tenuti comportamenti non legali
d) In alternativa al bannaggio si può attuare il provvedimento disciplinare della sospensione, che prevede l'esclusione dal forum per un periodo di tempo fissato dal moderatore/amministratore. Questo provvedimento verrà applicato, a discrezione dei moderatori, nei casi in cui il comportamento dell'utente sia grave ma non al punto da richiedere una sospensione a tempo indeterminato dal forum

6. PVT
I messaggi privati (pvt) sono un'utile opzione del forum che dà la possibilità agli utenti di scambiarsi comunicazioni e informazioni di carattere personale. Non sono ammessi messaggi privati il cui contenuto contenga insulti o offese nei confronti del destinatario. Qualora un utente venisse fatto oggetto di offese personali tramite messaggio privato o un pvt contenesse oscenità o quant'altro sia palesemente contro il buon senso, ha pieno diritto di rivolgersi ai moderatori chiedendo il loro intervento. I PVT sono privati ma, in caso di persistente loro utilizzo in modo non appropriato, i moderatori sono autorizzati a bannare o sospendere l'utente colpevole di questo abuso. 

7. Pubblicità occulta
Qualsiasi messaggio che contenga pubblicità indiretta verso particolari siti concorrenti e non, verrà rimosso e, se ritenuto necessario, il nick verrà sospeso o bannato.
È permesso inserire link di siti per indicare dove trovare un determinato articolo o traduzione, a patto di riportare link di più siti e non ad uno solo per evitare pubblicità occulta, salvo casi eccezionali (un articolo poco diffuso o molto particolare, e in ogni caso chiedere prima ad un moderatore).
Il nostro obiettivo è rendere più limpide possibili le discussioni sul forum: tale strumento nasce per scambiarsi opinioni e trarre giovamento da discussioni costruttive. Nel momento in cui in questo contesto si inserisce una forma di pubblicità indiretta viene a mancare quella fiducia che sta alla base delle discussioni. 
Chiediamo dunque agli utenti di riflettere, il nostro operato è rivolto in primis al vostro vantaggio. 

8. Accettazione del Regolamento
Procedendo con la registrazione al forum il regolamento viene dichiarato accettato in tutte le sue parti dall'utente che si registra. Il regolamento viene periodicamente aggiornato, così da meglio adattarne i contenuti all'evolversi del forum e, possibilmente, garantire il miglior utilizzo del forum agli utenti che lo utilizzano. Ogni modifica inserita al regolamento viene automaticamente accettata dagli utenti registrati, iscritti anche in periodo antecedente l'ultima modifica; si invitano gli utenti a verificare periodicamente la presenza di nuove norme all'interno del regolamento del forum. 

Uncategorised

Caro collega,

In questa sezione del sito troverai una serie di documenti che potrai utilizzare per iscriverti al nostro Sindacato e Ti invitiamo a dare una lettura al nostro MANIFESTO DI ADESIONE  :

  • il fax di trasmissione (numero fax +39 06 3230968per anticipare agli Uffici competenti la tua delega (che vorrai successivamente inviare per posta ordinaria agli stessi Uffici);

  • Per qualsiasi informazione, potrai senz’altro contattare l’Ufficio della CONFSAL UNSA Esteri al +39 06 3691 3299 oppure 2163 o inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ti ringraziamo per la fiducia riposta nella nostra Organizzazione.

Cordialità,

CONFSAL UNSA Coordinamento Esteri

Uncategorised

Work in progress...

Uncategorised

Negli anni 1947 e 1948 molti lavoratori dei Ministeri delle Giustizia, delle Finanze e del Tesoro abbandonarono la CGIL unitaria, all'epoca unico sindacato dei lavoratori dipendenti, per dare vita ad una serie di sindacati autonomi.

Essi si ispiravano tutti, in contrapposizione al sindacato di ispirazione politica di allora, alla necessità di dare vita ad un sindacalismo veramente apolitico, dotato di regole ed organizzazione tali da impedire la strumentalizzazione a fini meramente politici.

Queste organizzazioni sentirono la necessità, nel 1954, di creare un'associazione intersindacale che potesse allinearsi alle altre grandi organizzazioni sindacali, riunendo attorno a sé lavoratori, soprattutto statali, per curarne gli interessi e le giuste rivendicazioni.

Nacque così, il 30 dicembre 1954 a Roma, in Via del Tritone 46, l'UNSA (Unione Nazionale dei Sindacati Autonomi), associazione indipendente e apartitica i cui scopi precipui furono esplicitamente dichiarati nel suo atto consuntivo:

"a) potenziare, nella comune concorde azione, l'attività dei Sindacati Nazionali Autonomi nell'interesse delle categorie associate; di prospettare alle Amministrazioni ed Enti, agli Organi di Governo ed al Parlamento la più conveniente soluzione delle questioni interessanti le varie categorie, i problemi, di carattere generale riguardanti riforme da realizzare nei servizi della Pubblica Amministrazione ed i miglioramenti giuridici ed economici richiesti dalle categorie rappresentate per assicurare alle stesse un adeguato benessere ed un dignitoso tenore di vita ;

b) promuovere in provincia il collegamento fra Sezioni o Sindacati Provinciali dei Sindacati Nazionali ad esse aderenti, allo scopo di assicurare l'unicità di indirizzo nella attuazione in periferia, delle deliberazioni degli organi Nazionali dell'UNSA medesima e stimolare l'attività propulsiva degli anzidetti organismi sindacali periferici;

c) rappresentare gli organizzati dei vari sindacati ad essa aderenti presso gli Organi di Governo e del Parlamento, nonché negli Enti e Commissioni in cui sia prevista la rappresentanza sindacale."

Preoccupazione principale dell'Unione fu quella di lasciar salvi per ogni Sindacato Nazionale aderente quei principi di autonomia che sono alla base del vero sindacalismo moderno e che avrebbero consentito a ciascuno di essi la più ampia libertà d'impostazione per i problemi inerenti alle singole categorie rappresentate, con il solo impegno di trattare su di un piano comune i problemi di carattere generale per i pubblici impiegati.

Con l'ingrandirsi e l'affermarsi dell'UNSA nuovi settori, anche privati, aderiscono all'Unione, rendendone sempre più incisiva ed efficace l'azione di tutela delle categorie rappresentate.

L'UNSA, in virtù delle adesioni raccolte, acquisì il diritto di far parte, già nel 1957, della Commissione per la riforma della Pubblica Amministrazione ed in seguito di essere presente nel Consiglio Superiore della Pubblica Amministrazione, oltre che nei diversi Consigli di Amministrazione dei Ministeri, nei Consigli di Amministrazione dei Fondi di Previdenza e nelle Commissioni istituite presso la Presidenza del Consiglio e presso i Ministeri.

Infine ottenne ciò che fino a quel momento non era stato consentito agli organismi sindacali autonomi, cioè la trattativa unica con le Confederazioni nel 1973, allorquando si stipulò il primo contratto degli statali.

Nel 1979 l'UNSA e lo SNALS (Sindacato Nazionale Autonomo dei lavoratori della Scuola) decisero di costruire una nuova Confederazione Autonoma che rappresentasse un polo di aggregazione delle strutture sindacali autonome italiane.

Il 21 giugno 1979 fu annunciata la nascita della CONF.S.A.L., Confederazione che si fondava "sugli irrinunciabili valori della libertà, del pluralismo e della giustizia sociale".

(da BREVE STORIA DEL SINDACALISMO ITALIANO di A. Bigi ed. CONF.S.A.L.)

Uncategorised

Area riservata agli iscritti

convenzione trenitalia