Dopo aver superato il ricorso di ammissibilità alla Camera, l‘emendamento riguardante l’alimentazione del capitolo di spesa del personale a contratto, è stato accolto definitivamente in sede di Milleproroghe.

Il capitolo in parola si è autoalimentato fino alla data odierna assorbendo i risparmi derivanti dal pensionamento del personale a contratto italiano rispetto alle nuove assunzioni, a costi inferiori, a contratto locale. Quindi, una fonte di finanziamento molto fluttuante e non pianificabile, oltre che del tutto insufficiente, poiché dipendente solo dalla collocazione a riposo di poche decine di impiegati ogni anno.

L‘on. Elisa Siragusa (M5S) ha voluto, con un proprio emendamento al Milleproroghe, arginare una gestione economica inadeguata che riguarda una categoria priva di qualsivoglia garanzia, prevedendo l’introduzione di finanziamenti aggiuntivi fissi. Nonostante la proposta prevedesse finanziamenti più elevati rispetto a quanto successivamente approvato, il decreto Milleproroghe ha recepito un aumento del suddetto capitolo per l’importo di 200.000,00 € nel 2020, e di 400.000,00 € a decorrere dal 2021.

Ciò significa una attesa boccata d’ossigeno nella gestione del personale a contratto, il quale, qualora ne ricorrano le condizioni economico-amministrative, potrà sperare nel riconoscimento del diritto fondamentale all‘adeguamento delle proprie spettanze economiche.

Trattasi di un importante passo avanti che verrà portato a definitivo compimento nel momento in cui anche la riforma del Titolo VI del DPR 18/67, già licenziata dalla Camera, verrà altresì accolta al Senato.

La CONFSAL UNSA ESTERI esprime grande apprezzamento e gratitudine nei confronti dell’On. Siragusa, che ha colto l’importanza della giusta richiesta dei lavoratori a contratto, facendosi parte attiva nell’individuazione di una soluzione in ambito di emendamenti al Milleproroghe.

La nostra Sigla proseguirà la propria battaglia sia in ambito di riforma del titolo VI, il cui iter si è purtroppo rallentato al Senato, nonché in tutte le altre tematiche che richiedono urgentemente un intervento del Parlamento (defiscalizzazione del contributo trasporto masserizie, concorsi riservati per l’immissione nei ruoli, solo per citarne alcuni).

Qui di seguito riportiamo il testo dell’emendamento in questione:

„4-quinquies. Al fine di garantire la tutela dei diritti dei lavoratori di cui all’articolo 152 del decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n. 18, all’articolo 1, comma 276, lettera e), della legge 27 dicembre 2017, n. 205, le parole: “a decorrere dall’anno 2019” sono sostituite dalle seguenti: “per l’anno 2019, nonché di euro 1.200.000 per l’anno 2020 e di euro 1.400.000 annui a decorrere dall’anno 2021”.

4-sexies. Agli oneri derivanti dal comma 4-quinquies, pari a 200.000 euro per l’anno 2020 e a 400.000 euro annui a decorrere dall’anno 2021, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all’articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 »“.

Roma, 20.2.2020

CONFSAL UNSA COORDINAMENTO ESTERI

Legislatura 18 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-02643



Atto n. 4-0 2643

Pubblicato il 17 dicembre 2019, nella seduta n. 176

GARAVINI - Al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale. -
Premesso che:
ai sensi del regolamento (UE) n. 883/2004, entrato in vigore il 1° maggio 2010, il lavoratore paga i contributi per la sua sicurezza sociale nel Paese di abituale residenza;
i dipendenti delle rappresentanze italiane all'estero, operanti in Germania, lavorano tra due Paesi, con la residenza in uno Stato europeo diverso dal Paese del loro datore di lavoro;
i dipendenti assunti prima dell'entrata in vigore del regolamento, che hanno scelto il sistema previdenziale italiano, vedono i loro contributi detratti direttamente dal loro stipendio lordo;
non vi è un accordo tra l'Italia e la Germania ai sensi dell'articolo 16.1 del citato regolamento europeo, che preveda l'eccezione di categorie di persone dagli articoli 11 a 15, per le persone assunte prima dell'entrata in vigore del regolamento;
in assenza di un accordo, a questa categoria di dipendenti vengono richiesti i contributi per la sicurezza sociale dalla Germania con notevole aggravio economico;
ciò comporta gravi perdite economiche per i dipendenti, nonché per lo Stato italiano, visto il sistema paritetico che prevede la equa ripartizione dei contributi sociali pagati in Germania,
si chiede di sapere:
quali misure abbia intrapreso finora il Ministro in indirizzo a tutela del proprio personale a contratto in Germania e come l'amministrazione abbia considerato di regolare i rapporti di lavoro degli impiegati con contratto a legge italiana attualmente destinatari del CCNL, che prevede unicamente il sistema di sicurezza sociale nazionale italiano e quindi in possesso, nel predetto ambito, dei requisiti normativi e contrattuali omologabili ai dipendenti pubblici;
se sia stata quantificata la maggiorazione delle spese a carico del Ministero che deriveranno dall'applicazione di detta normativa;
che cosa intenda fare il Ministro affinché vengano tutelati gli stipendi dei dipendenti delle rappresentanze italiane in Germania, assunti dal Ministero prima del 1° maggio 2010 e vengano risarcite le eventuali perdite economiche di questa categoria di dipendenti.

Altri articoli...

  1. COMUNICATO STAMPA riforma del Titolo VI del DPR 18/1967
  2. APPROVATA ALLA CAMERA LA PROPOSTA DI LEGGE CIPRINI !!!
  3. A Roma il 10 dicembre 2019 in piazza con la Confsal per cio' che ci spetta!
  4. FRD Personale a contratto (legge italiana) Ripartizione residui anno 2018
  5. NO AL DECURTAMENTO DELLO STIPENDIO NETTO! NO AL CAMBIAMENTO DEL REGIME PENSIONISTICO!
  6. In ricordo di Bin Bahadur
  7. Comunicato n. 31 - Aumenti retributivi personale a contratto
  8. Comunicato n. 29 - CCNL - Sequenza contrattuale per il personale a contratto a legge italiana
  9. Comunicato n. 28 - REGOLAMENTO 883
  10. Riunione dei Quadri sindacali, 1 e 2 novembre 2019 - Roma

Pagina 1 di 224

Unsa Esteri on Facebook

CONVENZIONI UNSA

Convenzioni Confsal Unsa

Area riservata agli iscritti

MANIFESTO DI ADESIONE AL COORDINAMENTO ESTERI DELLA CONFSAL UNSA
RASSEGNA STAMPA

YouTube Unsa channel

Who's Online

Abbiamo 25 visitatori e nessun utente online