Comunicati

Si è svolta ieri, 16.06.2021, la riunione all’Aran in modalità telematica relativa alla prosecuzione delle trattative per il rinnovo contrattuale delle funzioni centrali 2019-2021 e avente all’ordine del giorno la definizione e il miglioramento della parte normativa adottata nel precedente contratto 2016-2018.

La Confsal-UNSA ha illustrato le proprie proposte - che si trasmettono in allegato - esprimendo la volontà di lavorare punto per punto e giungere velocemente alla definizione del testo contrattuale continuando così a dimostrare -come già manifestato nella precedente terza riunione con un intervento sul futuro del lavoro agile- di volersi smarcare dalla logica dei discorsi generali delle prime due riunioni che -se proseguiti riunione dopo riunione- non consentirebbero reali avanzamenti nella redazione di un testo tanto atteso dai colleghi di tutto il comparto.

Il presidente dell’Aran Antonio Naddeo, ha già comunicato che ci sarà una prossima riunione mercoledì 23 giugno prossimo, in cui l’Aran si esprimerà sulle varie proposte presentate.

Cordiali saluti a tutti.

Il Segretario Generale
Massimo Battaglia

Comunicati

Interrogazione a risposta scritta – Al Ministro degli affari esteri

VESCOVI

Premesso che:

con l'Ordinanza del Ministero della Salute del 14 maggio 2021, che regola gli spostamenti da e per il Brasile, si è prorogato fino al 30/07/2021 il divieto al rientro in Italia per i cittadini italiani iscritti all'AIRE in Brasile;

le restrizioni sancite dall’ultimo DPCM del 14/05/2021 vengono applicate in modo disomogeneo sui Paesi inseriti nello stesso gruppo di rischio riguardo all'emergenza epidemiologica di Covid-19, tanto che, in data odierna è permesso il rientro dall’India dei cittadini italiani iscritti all’AIRE;

il divieto di ingresso restringe a pochissime eccezioni la possibilità di aderire alla campagna vaccinale in Italia conforme sancito dall’ordinanza del 24/04/2021 del Commissario Straordinario per l’emergenza Covid-19, Generale Figliuolo che ha garantito la somministrazione del vaccino anti SARS CoV-2 anche ai cittadini italiani iscritti all’AIRE presenti temporaneamente sul territorio nazionale;

considerato che gli iscritti all’AIRE residenti in Brasile vivono da oltre un anno una dolorosa situazione di allontanamento dai propri familiari in Italia, e denunciano le conseguenze emotive e psicologiche di questa situazione, poiché le restrizioni hanno impedito di raggiungere le rispettive famiglie anche in caso di gravi lutti in decorrenza della pandemia di Covid-19;

valutato infine che la maggior parte dei cittadini citati nell’interrogazione sono in possesso unicamente di cittadinanza italiana,

si chiede pertanto di sapere:

quali iniziative il Ministro intenda intraprendere per estendere il diritto di ingresso in Italia anche ai cittadini italiani residenti in Brasile iscritti all’AIRE (insieme al coniuge o parte di unione civile e ai propri familiari conviventi di primo grado) che intendano raggiungere la propria abitazione o domicilio, l’abitazione o la residenza anagrafica dei parenti di primo e secondo grado

Comunicati

Modifiche al titolo VI del decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n. 18, in materia
di personale assunto a contratto dalle rappresentanze diplomatiche, dagli uffici consolari e
dagli istituti italiani di cultura. (21G00072) (GU Serie Generale n.114 del 14-05-2021)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 29/05/2021

 

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga

la seguente legge:

Art. 1

1. Al decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n.18, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) all'articolo 152, primo comma, le parole: «e gli istituti italiani di cultura» sono sostituite dalle seguenti: «, gli istituti
italiani di cultura e le delegazioni diplomatiche speciali»;

b) all'articolo 153, primo comma, le parole: «e gli istituti italiani di cultura» sono sostituite dalle seguenti: «, gli istituti
italiani di cultura e le delegazioni diplomatiche speciali» ed e' aggiunto, in fine, il seguente periodo: «I contratti di detti
impiegati temporanei sono suscettibili, in caso di perdurante assenza del dipendente, di un solo rinnovo per un periodo
non superiore a sei mesi»;......

Clicca per leggere la pubblicazione completa sul sito gazzettaufficiale.it

Comunicati

Sottocategorie

Pagina 1 di 165

PA Magazine

PAmagazineLogo

CONVENZIONI UNSA

Convenzioni Confsal Unsa

Unsa Esteri on Facebook

Area riservata agli iscritti